image-338
Knotty Translations

Language

image-338

© 2014-2022 All Rights Reserved | Knotty Translations

Read the Privacy Policy


facebook
twitter
linkedin

Read the Cookie Policy

Emma recensisce: Dent’s Modern Tribes

17/02/2022 11:00

Emma

Suggerimenti e recensioni, Terminologia, Libri, Recensione, Inglese, Lingue, Libri, Book review,

Emma recensisce: Dent’s Modern Tribes

Recensione di "Dent's Modern Tribes" di Susie Dent, un libro che ci svela i gerghi di vari gruppi sociali e professioni britannici

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Col nuovo anno, tornano anche le recensioni e ripartiamo con un libro che è un buon riferimento per gerghi e colloquialismi in inglese, Dent’s Modern Tribes: The Secret Languages of Britain. L’autrice, Susie Dent, è una lessicografa molto famosa nel Regno Unito; ha lavorato per molti anni per Oxford University Press alla redazione del dizionario ed è poi diventata famosa perché è diventata una presenza fissa in un programma televisivo in cui forniva assistenza linguistica in tempo reale. Dal 2019 ha anche un podcast dedicato alle lingue insieme a Gyles Brandreth, Something Rhymes With Purple.

Il libro in breve

È un libro che raccoglie anni di interviste e di conversazioni ascoltate di nascosto per regalarci le lingue segrete di molti gruppi sociali e professioni. Se pensate che il Cockney Rhyming Slang sia una delle poche lingue in codice dell’inglese, vi aspetta una bella sorpresa.

 

I capitoli sono divisi per categorie e includono moltissimi gruppi: ciclisti e motociclisti, attori, sportivi, medici, poliziotti, pompieri, avvocati, la lista è lunghissima e include anche i lessicografi.

Cosa ne penso

Vi dico la verità, ho impiegato tantissimo tempo a leggerlo per due motivi: il primo è che, all’inizio cercavo di analizzare il vocabolario e di ricordare il più possibile; il secondo che, arrivata alla parte dedicata allo sport e, in particolare, al calcio, l’ho trovato un po’ noioso.

 

In realtà, il libro non è per niente noioso e semplicemente io non sono una grande appassionata di molti sport. Ma non è neppure un libro da studiare. È, invece, un libro utilissimo per vedere l’evoluzione della lingua parlata e anche come riferimento per certi tipi di traduzione. Quando l’ho ripreso, con uno spirito diverso e cercando di godermelo invece di studiarlo, l’ho finito in pochi giorni.

 

Credo sia un libro da tenere a portata di mano per testi in cui è presente molto slang che ci può risultare poco chiaro e che potremmo rischiare di non tradurre correttamente se lo fraintendiamo.

 

Conoscete un libro simile in italiano che possa usare in parallelo? Lasciatemi un commento!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder